il sito web di Liliana Giovenco

Le immagini sul web (Parte 4) – come creare immagini e foto originali per il proprio sito

28 giugno 2017 di nella categoria Grafica, Social Media Management, Tips e tag , con 1 e 1
Home > Blog > Grafica > Le immagini sul web (Parte 4) – come creare immagini e foto originali per il proprio sito

Le-immagini-sul-web-Parte3_fb

Sebbene vi siano tante risorse utili dove trovare immagini gratuite e a pagamento da utilizzare per il tuo sito, avrai intuito che per fare la differenza sarà meglio puntare su immagini che siano originali o almeno in parte personalizzate. Ciò ovviamente richiederà maggiore fatica sia in termini di energie che di tempo, ma sicuramente questa scelta ti aiuterà a restare più impresso nella mente dei visitatori rendendo il tuo brand facilmente riconoscibile.

Se ad ogni modo non hai la possibilità di creare delle immagini che siano solo tue, sappi che anche utilizzando immagini in stock puoi dare loro una tua impronta!
Ecco alcuni espedienti che potresti usare:

  • scegliere un font che ti caratterizzi (ad esempio lo stesso che usi sul tuo sito)
  • scegliere una cornice da usare per tutte le tue immagini
  • scegliere un filtro specifico ed usare sempre e solo quello per il tuo brand (se hai un negozio di oggetti vintage, potresti utilizzare per tutti i tuoi post un filtro con effetto seppia)

  • postare le immagini in un formato particolare, ad esempio ovale, tondo o con gli angoli smussati
  • usare foto con colori che richiamino il brand o in generale il tuo stile

Tutti questi accorgimenti ovviamente sarà possibile usarli anche per le immagini che creiamo da zero.
La scimmia yoga ci fornisce un ottimo esempio di immagini personali realizzate sia con i colori del proprio brand

sia con l’utilizzo dello stesso font scelto per il sito

Se vuoi provare a personalizzare e modificare le tue immagini e non sai usare programmi di grafica professionali come Photoshop, ti consiglio queste due risorse online:
PicMonkey, che ti permette di editare foto o di creare un’immagine da zero utilizzando bordi, effetti, font e tanti altri elementi gratuiti o disponibili sul sito con una versione premium;
Canva, che ti permette funzionalità simili a PicMonkey con la possibilità di scegliere anche il layout a seconda che ad esempio tu voglia creare una cover per Facebook o un post su Instagram.

Se invece hai un po’ di dimestichezza con Photoshop e i suoi livelli, c’è un tool gratuito molto interessante cui ti consiglio di dare un’occhiata: Pixlr.

Quando si opta per l’utilizzo di immagini proprie, la prima cosa da stabilire è lo stile che vogliamo dare.
Gli espedienti già visti per personalizzare le immagini in stock valgono anche per le tue foto.
Una maestra in questo credo sia Enrica Crivello, che da sempre accompagna i suoi articoli con foto minimal ma dai delicati colori pastello. Risultato? Quando faccio scroll sulla home di Facebook riconosco un suo post prima ancora di leggere il nome!

enrica crivello

Prendiamo spunto da chi fa bene per realizzare anche noi degli scatti originali perfetti o quasi.
Ecco a cosa dobbiamo prestare attenzione:

  • La luce.
    È importantissima! Scatta le tue foto prediligendo la luce naturale ma non diretta e regola l’esposizione anche in fase di editing
  • L’angolazione.
    Scatta la foto da vari punti di osservazione e scegli poi quella che ti convince di più: la giusta angolazione può fare davvero una gran differenza!
  • La composizione.
    La scelta dei soggetti da fotografare e degli elementi da inserire in uno scatto è fondamentale. Non servono necessariamente oggetti unici, a patto che si studi bene la loro combinazione con lo sfondo e con tutto il resto
  • La qualità.
    Inutile dirlo, una foto con dettagli nitidi (anche i più piccoli!) cattura meglio e prima l’occhio del visitatore

Instagram ci ha fatto scuola. Guardate questa foto dove i quattro punti appena esaminati vengono tutti sapientemente rispettati:

foto instagram

Tieni presente inoltre che puoi usare il materiale a tua disposizione in modo molto vario.
Solo per farti un esempio, per la presentazione di prodotti o per raccontare un evento, puoi creare dei collage anche con programmi online come BeFunky.

No, non devi per forza scattare delle foto.

Una mossa vincente si è dimostrata quella di inserire negli articoli dei grafici esplicativi come il diagramma a torta che ho usato qui sopra. Esistono tanti siti dove creare online la tua infografica per arricchire i post che scrivi. Eccone alcuni:
Pictochart per creare anche presentazioni e alcuni file di stampa
Infogram adoro le mappe interattive che puoi creare con loro!
Amcharts per creare grafici in Javascript
Per realizzare grafiche veloci per Instagram o per un post di Facebook scarica invece la app Over disponibile per Ios e Android.

Un’altra cosa che puoi fare è usare degli screenshot per spiegare ciò di cui stai parlando. Io in questo articolo l’ho già fatto tre volte, per mostrarti i siti internet e gli account di Instagram da cui prendere spunto. Ricorda in questo caso di ritagliare l’immagine eliminando informazioni personali del tuo browser, il menu o la barra degli strumenti (uno screenshot “sporco” confonde solo l’utente).

Se sei bravo a disegnare – ma anche se non lo sei! – puoi arricchire i tuoi post con schizzi e disegni. Ciò dipende naturalmente anche dal tuo target di riferimento e dall’argomento che tratti: valuta attentamente la politica dell’azienda, se ad esempio ti occupi di piani pensionistici o scrivi su un sito istituzionale.

Sulla mia pagina Facebook ogni tanto mi sono divertita a caricare dei disegnini che ho buttato giù per temi che mi stanno a cuore e per mostrartelo ho usato un’altra funzione che può tornare utile anche a te: clicca su Incorpora fra le opzioni di ciascuna foto pubblicata sul social network e copia sul tuo sito il codice indicato.

Per oggi è tutto, se hai altri consigli da dare lascia un commento o scrivimi!

Il prossimo argomento sarà:

  • jpeg, png e gif: quale formato usare?

Leggi i primi articoli della guida:

Share Button

1 Commento

  • Davide
    on 28 giugno 2017 Rispondi

    io uso pic to chart anche per presentare progetti in ufficio il lavoro, molto comodo.
    ciao

Lascia un commento

© 2018 Webly by Liliana Giovenco